Una nuova politica nell’era dell’Antropocene

Mai come oggi l’uomo condiziona la vita sulla Terra: siamo in buone mani?

Ne discutono Frank Raes e Angelo Bonelli

dal 24 gen 2020 20:30 fino al 24 gen 2020

Primo convegno della Federazione dei Verdi della Provincia di Varese:

“Una nuova politica nell’era dell’Antropocene”

 

Mai come oggi l’uomo condiziona la vita sulla Terra: siamo in buone mani? Ne discutono Frank Raes e Angelo Bonelli

 

24 gennaio 2020, ore 20:30

Presso “Spazio Lavit” via Giulio Uberti, 42 - Varese

 

·         Lezione Magistrale di Frank Raes - Climatologo, fondatore di The Museum of Anthropocene Technology a Laveno Mombello (VA).

Antropocene: l’Uomo cambia l’ambiente, l’ambiente cambierà ancora l’Uomo

  • Intervento di Angelo Bonelli - Coordinatore nazionale politico della Federazione dei Verdi

 

Il Green New Deal in Italia

  • Presentazione della Federazione dei Verdi della Provincia di Varese

Moderano la serata Massimiliano Balestrero e Maurizia Punginelli

 

 

Ispra, 20 gennaio 2020

 

Si è costituita sabato 18 gennaio la Federazione dei Verdi della Provincia di Varese, che ha eletto come co-portavoce Massimiliano Balestrero e Maurizia Punginelli. Lo scopo della neonata Federazione dei Verdi della Provincia di Varese è quello di diventare un punto di riferimento per tutti i cittadini preoccupati del futuro del proprio territorio e dell’ambiente: fra i punti programmatici informazione e formazione per il territorio. Proprio in questo solco, nasce l’idea del convegno.

 

Il termine “Antropocene” è stato usato per la prima volta dal premio Nobel per la chimica atmosferica Paul Crutzen per definire l’epoca geologica in cui l’ambiente terrestre - inteso come l’insieme delle caratteristiche fisiche, chimiche e biologiche in cui si svolge ed evolve la vita - è fortemente condizionato dagli effetti dell’azione umana. Indicativamente si fa risalire questa epoca alla rivoluzione industriale del XVIII° sec., perché in quel periodo si sono iniziate una serie di attività che hanno portato a un consistente aumento delle concentrazioni di CO2 e CH4 in atmosfera, ma anche è iniziato l’incremento consistente della popolazione mondiale che ha comportato un consumo di risorse elevato

 

La scienza su questo ha iniziato a ragionare, raccogliendo dati e valutandoli nella prospettiva storica necessaria a permettere di intravedere le linee future da seguire per limitare i danni prodotti, e per invertire la rotta che sta provocando difficoltà concrete in molte parti del mondo. Non tutto è perduto, ma è indispensabile capire come agire, come singoli, come nazioni, come continenti, per ripristinare condizioni sostenibili per l‘esistenza della vita sulla Terra.

 

Il climatologo Frank Raes, fondatore del Museum of Anthropocene Technology a Laveno Mombello (VA), è uno degli scienziati che lavora su questo filone e ha certamente delle idee da condividere che sono di grande interesse per tutti. Importante, quindi, la sua Lezione magistrale di Varese che sarà seguita dall’intervento di Angelo Bonelli, Coordinatore nazionale politico della Federazione dei Verdi. Il suo intervento sarà la risposta alle riflessioni scientifiche e filosofiche di Raes, illustrando nel concreto le scelte che l’Italia si trova a dover fare per attuare le politiche indicate dall’Unione europea con il nuovo Green Deal.

 

“Una nuova politica nell’era dell’Antropocene” - Mai come oggi l’uomo condiziona la vita sulla Terra: siamo in buone mani? È un convegno per capire la situazione, per sentirsi parte di un processo di miglioramento che ci vede tutti protagonisti.

 

Al termine della serata verrà presentata la Federazione dei Verdi della Provincia di Varese, nuovo punto di riferimento per il territorio con cui confrontarsi e lavorare per un futuro sostenibile.

 

Appuntamento venerdì 24 gennaio 2020 alle ore 20.30 presso lo “Spazio Lavit” via Giulio Uberti, 42 – Varese.

Per contatti: verdivareseverbano@gmail.com

 

 

 

 

Tutte le fotografie, le immagini e gli altri contenuti di questo sito sono di proprietà di Alberto Lavit e come tali sono tutelati dalle leggi sul diritto d'autore. E' pertanto vietato qualsiasi utilizzo che non sia stato espressamente autorizzato in forma scritta dall'autore. I trasgressori saranno puniti a norma di legge